Nuovo Statuto di Jesolo: le nostre proposte

STATUTO JESOLOIn questo periodo il Comune di Jesolo sta modificando lo Statuto Comunale per alcuni adempimenti di legge; il processo è un po’ lungo ed ha bisogno di tempi e votazioni qualificate…per questo il nostro comitato ne ha approfittato per portare un’istanza ed una proposta all’attenzione dei nostri politici, per capire la loro posizione sulla parte riguardante gli strumenti di partecipazione, soprattutto dopo quanto detto in assemblea ed in commissione. Ci è stato riferito che risponderanno entro gli inizi di Agosto.

1) ISTANZA

OGGETTO:
istanza partecipativa sullo statuto comunale e sugli strumenti di partecipazione

– Ai sensi del comma 3 dell’art. 8 della legge 267/2000:
“Nello statuto devono essere previste l’ammissione di istanze di cittadini singoli dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi e determinate le garanzie per il loro tempestivo esame.”
– Ai sensi dell’art. 3 e 9 della legge 82/2005:
“3.I cittadini hanno diritto a richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni”
“9.Lo Stato favorisce ogni forma di uso delle nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini, anche residenti all’estero, al processo democratico e per facilitare l’esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi.
Con la presente io sottoscritto xxxxxxxx xxxxxxx, per conto del comitato Più Democrazia Jesolo, invio un’istanza partecipativa per sapere cosa farà il Comune di Jesolo riguardo gli strumenti di partecipazione
VISTO CHE
il comitato si è prodigato per informare su questo argomento, raccogliendo 200 firme e stimolando il dibattito durante tutto l’inverno
VISTO CHE
durante l’assemblea del 16 Aprile il Sindaco si è espresso a favore del “quorum zero”
VISTO CHE
anche lo sfidante al ballottaggio, Martin Renato, si è espresso a favore di eliminare il quorum ai referendum, oltre che ad inserire quello propositivo
CONSIDERATO CHE
tutti i politici locali si sono espressi a favore di una “maggiore partecipazione dei cittadini”
VISTO CHE
in questo periodo il Comune sta modificando lo Statuto Comunale
VISTO CHE
il comitato ha portato una proposta di delibera che tiene in considerazione quanto previsto dalla legge 33/2013 e 82/2005, oltre che inserire nuovi strumenti partecipativi
CHIEDIAMO
al Sindaco di Jesolo se la parte riguardante gli strumenti di partecipazione, ossia il titolo VI dello Statuto, verrà modificato ed aggiornato contestualmente alla modifica attuale.
Oltre che a questa istanza, protocolleremo a parte una nostra proposta di modifica dello statuto.
Ai sensi del comma 2 dell’art. 4 del D.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68, il sotto scritto elegge domicilio informatico per le comunicazioni il seguente indirizzo PEC:  xxxxxxxxx@pec.it.
Distinti saluti.
Jesolo, 03 Luglio 2013

2) PROPOSTA

OGGETTO: proposta sullo statuto comunale e sugli strumenti di partecipazione
Con la presente io sottoscritto xxxxxx xxxxx, per conto del comitato Più Democrazia Jesolo, invio una proposta riguardo gli strumenti di partecipazione del Comune di Jesolo, in particolare l’art. 83 dello Statuto.
CONSIDERATO CHE
tutti i politici locali si sono espressi a favore di una “maggiore partecipazione dei cittadini”
VISTO CHE
in questo periodo il Comune sta modificando lo Statuto Comunale
VISTO CHE
il comitato ha portato una proposta di delibera che tiene in considerazione quanto previsto dalla legge 33/2013 e 82/2005, oltre che inserire nuovi strumenti partecipativi
VISTO CHE
la proposta di delibera popolare sopra citata è stata bocciata perchè “in contrasto con lo statuto”
VISTO CHE
nel titolo VI dello statuto, nella parte riguardante i referendum, sono state inseriti articoli che si ripetono nel regolamento attuativo e riguardano la parte “pratica” dello svolgimento
CONSIDERATO CHE
gli strumenti di partecipazione sono in continua trasformazione ed aggiornamento, e tenere nello statuto delle parti riguardante gli aspetti pratici non ci sembra efficiente, visto che è probabile che servano continui aggiustamenti e modificare lo statuto è una prassi lunga e difficile
TENUTO CONTO CHE
ci risulta più efficace lasciare nello statuto solo i concetti generali, demandando al regolamento tutti gli aspetti pratici, soprattutto il numero di firme, quali tipi di referendum, quale quorum…
PROPONIAMO
al Sindaco di Jesolo di modificare l’art. 83 dello statuto comunale, cancellando i commi 2-3-4-5 ed eliminando le parole “consultivo ed abrogativo” dal comma 1, tenuto conto che sono già ripetuti nel regolamento attuativo.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in comunicati stampa e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...