Bocciata la proposta di delibera popolare “più democrazia”

Giovedì 30 Maggio il Consiglio Comunale di Jesolo ha bocciato la nostra proposta di delibera popolare “Più Democrazia”, che proponeva un nuovo regolamento sulla partecipazione e sui referendum, ritenendo quello attuale inefficace ed obsoleto.

BOCCIATA

Eravamo consapevoli fin dall’inizio che il nostro testo, così com’è, non sarebbe mai stato votato integralmente, ma l’intento era di far partire una discussione sul tema “democrazia diretta” e stimolare il lavoro da parte della commissione sugli attuali strumenti partecipativi per renderli finalmente utilizzabili, partendo dal nostro testo base scritto da esperti ed appassionati della materia.

Proprio il percorso della nostra proposta di delibera ha dimostrato come questi strumenti, a Jesolo, sono inadeguati per le esigenze del cittadino: mancanza di sale cittadine per informare la popolazione, tempi lunghi per i permessi dei banchetti, la “non obbligatorietà” di ascoltare il comitato in commissione e la rigidità dei tempi di votazione, dove un lavoro durato 1 anno è stato “liquidato” con 30′ minuti di commissione ed un voto di 10′ minuti in Consiglio Comunale, dove noi ci aspettavamo mesi di discussione approfondita sui vari punti ed un lavoro fianco a fianco con la commissione, come succede in tante altre città (più) democratiche della nostra.

Che fare adesso? Noi di sicuro non molleremo e questo che abbiamo fatto è stato solo il primo passo di una lunga lotta che ci impegnerà nei prossimi anni. Durante l’estate penseremo alle prossime mosse da fare, ci rivediamo a Settembre, rimanete in ascolto!

Qui di seguito un breve riassunto di quanto abbiamo fatto nell’ultimo anno:

  1. tra Giugno e Settembre 2012 abbiamo lavorato al testo, aiutati in questo dal segretario comunale riguardo la forma del modulo raccolta firme
  2. tra Ottobre e Dicembre vari banchetti al mercato per distribuire volantini e raccogliere le firme per le 2 iniziative: la proposta di delibera e la richiesta di convocazione dell’assemblea pubblica
  3. a Gennaio abbiamo depositato le firme per l’assemblea, mentre quelle della proposta di delibera a Febbraio, ad un 1 mese di distanza l’una dall’altra.
  4. il 15 Aprile c’è stata l’assemblea pubblica, dove abbiamo tenuto una conferenza di 30′ minuti con esempi di pratiche partecipative da tutto il mondo.
  5. il 28 Maggio siamo stati ascoltati per 10′ minuti in commissione, e potete vedere il video qui:
    http://youtu.be/EG7DQ6LmlEM
  6. il 30 Maggio è stata votata (e bocciata) dal Consiglio Comunale.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in comunicati stampa e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Bocciata la proposta di delibera popolare “più democrazia”

  1. Alex Marini ha detto:

    Le esperienze per migliorare gli strumenti di democrazia diretta non hanno vita facile e per questo bisogna continuare a perseverare. Anche in Trentino abbiamo aspettato un anno affinchè la nostra proposta venisse discussa senza alcun risultato. Questa non arriverà all’esame finale del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento in questa legislatura e la proposta verrà discussa nella prossima.

    • Alieno ha detto:

      Infatti 🙂 Basta vedere cosa è successo in Baviera o a Bolzano…anche per me, quello che conta è la perseveranza…l’unica cosa che possono fare i politici è rallentare questo percorso, ma bloccarlo è impossibile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...