Jesolo: il difensore civico contro il Comune per il regolamento dei comitati civici

denuncia difensore civicoQuesto il testo della nostra denuncia al Difensore Civico contro il Comune di Jesolo per ritardo ed inerzia nello scrivere il regolamento sui comitati civici. Sono passati 9 anni da quando l’hanno previsto e 2 anni da quando ci siamo accorti di questa mancanza, ma nulla è stato fatto. Chi ha paura della Democrazia?

Qui di seguito il testo inviato:

JESOLO, 23/10/2015
AL DIFENSORE CIVICO REGIONE VENETO

OGGETTO: richiesta intervento contro Comune di Jesolo

Spettabile Difensore Civico,

con la presente richiedo Vostro intervento contro il Comune di Jesolo per ritardo ed inerzia nell’attuare un articolo dello Statuto comunale.

Nel 2006, quando l’amministrazione di allora ha riscritto lo Statuto aveva previsto, all’art. 87, di creare dei comitati civici che sarebbero stati disciplinati in apposito regolamento, così come previsto nel comma 1.

A Settembre 2013 abbiamo fatto richiesta di accesso agli atti per avere suddetto regolamento ed il Segretario Generale ci risponde che non esiste; ad Ottobre 2013 inviamo sollecito al Comune per scriverlo e denunciamo la cosa sui giornali, come puo’ vedere in questo articolo:

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2013/10/26/news/regole-certe-per-i-comitati-cittadini-1.8000040

Il Comune ammette questa mancanza ed inizia a lavorarci, come si può leggere ad esempio in questo articolo di Febbraio 2014:

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2014/02/12/news/i-comitati-civici-devono-cambiare-statuto-1.8658761

Da parte nostra, con il comitato, abbiamo anche portato una proposta di regolamento ed abbiamo partecipato ad un paio di assemblee.

Ad oggi, 23 Ottobre 2015, ossia 2 anni esatti da quella denuncia e 9 anni dalla scrittura nello Statuto, il regolamento non esiste.

CHIEDIAMO

che il Difensore Civico si attivi per ripristinare la legalità nel nostro Comune, sollecitando l’amministrazione a redigerlo in tempi certi.

Pubblicato in comunicati stampa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Una proposta di delibera popolare per i comitati civici di Jesolo

FLYER COMITATI CIVICI FRONTEIl comitato Più Democrazia ha deciso di utilizzare lo strumento della “delibera popolare” per portare al voto in Consiglio Comunale una proposta di regolamento sui comitati civici, previsti dallo Statuto comunale fin dal 2007 e mai resi operativi. La nostra delibera è stata scritta insieme ad esperti ed appassionati da tutta Italia e prende spunto dai migliori esempi esistenti oggi nel mondo.

Per chi non lo sapesse, i comitati esistenti oggi sono solo delle associazioni private create in modo autonomo e spontaneo. In questi 7 anni nessuno si è accorto che mancava il regolamento attuativo che avrebbe permesso di avere comitati con poteri ben precisi, oltre che aprire la partecipazione a tutti i cittadini secondo regole prestabilite; solo la nostra denuncia ad Ottobre 2013 ha costretto l’amministrazione a prendere posizione per sistemare questa grave mancanza, ma a distanza di 9 mesi dal nostro articolo è stata prodotta solo una bozza (che potete leggere qui), ma con l’arrivo dell’estate tutto l’iter si è bloccato e riprenderà solo in autunno. Oltre alla lentezza del procedimento, critichiamo anche il metodo utilizzato, visto che sono stati convocati solo i presidenti delle associazioni e non tutti i cittadini interessati alla questione.

Viste le esperienze e gli esempi virtuosi di altri comuni, e così come ci è stato suggerito dal Comune di Grottammare (premiato come esempio europeo di democrazia partecipativa, qui potete trovare le slide esplicative) siamo convinti che la soluzione più idonea sia di tenere le numerose associazioni/comitati così come sono (ossia dediti a gestire eventi e creare momenti di aggregazione sociale), creare 3 veri comitati civici con pieni poteri (come per esempio portare proposte di delibera senza raccogliere le 100 firme necessarie) e favorire la vita politica dei cittadini singoli attraverso delle assemblee pubbliche dove si potranno fare domande ed osservazioni direttamente alla Giunta, avendo un pubblico presente e favorendo così la condivisione dei problemi ed il senso di comunità. Per questo riteniamo che sia sbagliato costringere a cambiare statuto o dare compiti troppo gravosi alle associazioni/comitati esistenti.

La nostra proposta costituisce anche un programma di azione per l’Agenda 21 Locale del Comune di Jesolo, attuando integralmente anche i decreti 108/2011, 82/2005 e 33/2013 riguardo i diritti di partecipazione dei cittadini e si basa sul coinvolgimento di 3 attori ben distinti:

1) ASSOCIAZIONI / COMITATI ESISTENTI
Rimangono così come sono oggi, ossia autonomi e spontanei. Organizzano eventi, manifestazioni e partecipano alla vita amministrativa in base alle proprie esigenze.

2) COMITATI CIVICI
Ne abbiamo previsti 3 in tutto, elettivi, intesi come strumenti di partecipazione permanente. Hanno la possibilità di controllare in anticipo gli atti dell’amministrazione, mettere in evidenza tematiche controverse e nel caso intervenire attivamente nel processo decisionale mediante istanze-petizioni-proposte e la richiesta di assemblee pubbliche senza la necessità di fare raccolte firme, per favorire così sia l’informazione che la partecipazione dei cittadini.

3) ASSEMBLEE DI QUARTIERE
Sono gestite dall’amministrazione comunale, servono a creare un’Agorà pubblico dove i cittadini possono portare istanze, proposte o petizioni, avendo un pubblico a disposizione per condividere le problematiche e la certezza di una risposta entro la riunione successiva. Diventeranno dei momenti di partecipazione ed allenamento alla vita pubblica, soprattutto per la fasce di popolazione meno coinvolte nella politica (donne-minoranze-timidi), da fare 1 volta al mese tranne che in Estate.

Oltre a questo, la necessaria infrastruttura tecnologica per gestire i dati e facilitare il lavoro di tutti:

4) PORTALE WEB SULLA PARTECIPAZIONE
Gestito dal Comune, serve a fornire i servizi web a comitati civici e cittadini, ad esempio gli inviti alla assemblee, uno spazio per mettere bilanci, dati ed iniziative dei comitati civici, un registro con tutte le istanze/petizioni/proposte e le relative risposte.

TESTO PROPOSTA DI DELIBERA

1) regolamento comitati civici (.PDF)
in particolare finalità, poteri del comitato e revoca del mandato

2) regolamento sulla partecipazione .(PDF)
inseriti diritti dei singoli e dei comitati e aggiunto l’art. 25bis per il portale sulla partecipazione

3) quorum zero
per rendere piu’ democratica la nostra città.

COME AIUTARE

La raccolta firme andrà avanti tutta l’estate, faremo dei banchetti in autunno al mercato. A breve inseriremo i posto dove si puo’ firmare. Per chi vuole aiutare con la raccolta, prego spedire mail a: piudemocraziajesolo@gmail.com

Pubblicato in comunicati stampa | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Nuovo Statuto di Jesolo: le nostre proposte

STATUTO JESOLOIn questo periodo il Comune di Jesolo sta modificando lo Statuto Comunale per alcuni adempimenti di legge; il processo è un po’ lungo ed ha bisogno di tempi e votazioni qualificate…per questo il nostro comitato ne ha approfittato per portare un’istanza ed una proposta all’attenzione dei nostri politici, per capire la loro posizione sulla parte riguardante gli strumenti di partecipazione, soprattutto dopo quanto detto in assemblea ed in commissione. Ci è stato riferito che risponderanno entro gli inizi di Agosto.

1) ISTANZA

OGGETTO:
istanza partecipativa sullo statuto comunale e sugli strumenti di partecipazione

– Ai sensi del comma 3 dell’art. 8 della legge 267/2000:
“Nello statuto devono essere previste l’ammissione di istanze di cittadini singoli dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi e determinate le garanzie per il loro tempestivo esame.”
– Ai sensi dell’art. 3 e 9 della legge 82/2005:
“3.I cittadini hanno diritto a richiedere ed ottenere l’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni con le pubbliche amministrazioni”
“9.Lo Stato favorisce ogni forma di uso delle nuove tecnologie per promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini, anche residenti all’estero, al processo democratico e per facilitare l’esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi.
Con la presente io sottoscritto xxxxxxxx xxxxxxx, per conto del comitato Più Democrazia Jesolo, invio un’istanza partecipativa per sapere cosa farà il Comune di Jesolo riguardo gli strumenti di partecipazione
VISTO CHE
il comitato si è prodigato per informare su questo argomento, raccogliendo 200 firme e stimolando il dibattito durante tutto l’inverno
VISTO CHE
durante l’assemblea del 16 Aprile il Sindaco si è espresso a favore del “quorum zero”
VISTO CHE
anche lo sfidante al ballottaggio, Martin Renato, si è espresso a favore di eliminare il quorum ai referendum, oltre che ad inserire quello propositivo
CONSIDERATO CHE
tutti i politici locali si sono espressi a favore di una “maggiore partecipazione dei cittadini”
VISTO CHE
in questo periodo il Comune sta modificando lo Statuto Comunale
VISTO CHE
il comitato ha portato una proposta di delibera che tiene in considerazione quanto previsto dalla legge 33/2013 e 82/2005, oltre che inserire nuovi strumenti partecipativi
CHIEDIAMO
al Sindaco di Jesolo se la parte riguardante gli strumenti di partecipazione, ossia il titolo VI dello Statuto, verrà modificato ed aggiornato contestualmente alla modifica attuale.
Oltre che a questa istanza, protocolleremo a parte una nostra proposta di modifica dello statuto.
Ai sensi del comma 2 dell’art. 4 del D.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68, il sotto scritto elegge domicilio informatico per le comunicazioni il seguente indirizzo PEC:  xxxxxxxxx@pec.it.
Distinti saluti.
Jesolo, 03 Luglio 2013

2) PROPOSTA

OGGETTO: proposta sullo statuto comunale e sugli strumenti di partecipazione
Con la presente io sottoscritto xxxxxx xxxxx, per conto del comitato Più Democrazia Jesolo, invio una proposta riguardo gli strumenti di partecipazione del Comune di Jesolo, in particolare l’art. 83 dello Statuto.
CONSIDERATO CHE
tutti i politici locali si sono espressi a favore di una “maggiore partecipazione dei cittadini”
VISTO CHE
in questo periodo il Comune sta modificando lo Statuto Comunale
VISTO CHE
il comitato ha portato una proposta di delibera che tiene in considerazione quanto previsto dalla legge 33/2013 e 82/2005, oltre che inserire nuovi strumenti partecipativi
VISTO CHE
la proposta di delibera popolare sopra citata è stata bocciata perchè “in contrasto con lo statuto”
VISTO CHE
nel titolo VI dello statuto, nella parte riguardante i referendum, sono state inseriti articoli che si ripetono nel regolamento attuativo e riguardano la parte “pratica” dello svolgimento
CONSIDERATO CHE
gli strumenti di partecipazione sono in continua trasformazione ed aggiornamento, e tenere nello statuto delle parti riguardante gli aspetti pratici non ci sembra efficiente, visto che è probabile che servano continui aggiustamenti e modificare lo statuto è una prassi lunga e difficile
TENUTO CONTO CHE
ci risulta più efficace lasciare nello statuto solo i concetti generali, demandando al regolamento tutti gli aspetti pratici, soprattutto il numero di firme, quali tipi di referendum, quale quorum…
PROPONIAMO
al Sindaco di Jesolo di modificare l’art. 83 dello statuto comunale, cancellando i commi 2-3-4-5 ed eliminando le parole “consultivo ed abrogativo” dal comma 1, tenuto conto che sono già ripetuti nel regolamento attuativo.
Pubblicato in comunicati stampa | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Bocciata la proposta di delibera popolare “più democrazia”

Giovedì 30 Maggio il Consiglio Comunale di Jesolo ha bocciato la nostra proposta di delibera popolare “Più Democrazia”, che proponeva un nuovo regolamento sulla partecipazione e sui referendum, ritenendo quello attuale inefficace ed obsoleto.

BOCCIATA

Eravamo consapevoli fin dall’inizio che il nostro testo, così com’è, non sarebbe mai stato votato integralmente, ma l’intento era di far partire una discussione sul tema “democrazia diretta” e stimolare il lavoro da parte della commissione sugli attuali strumenti partecipativi per renderli finalmente utilizzabili, partendo dal nostro testo base scritto da esperti ed appassionati della materia.

Proprio il percorso della nostra proposta di delibera ha dimostrato come questi strumenti, a Jesolo, sono inadeguati per le esigenze del cittadino: mancanza di sale cittadine per informare la popolazione, tempi lunghi per i permessi dei banchetti, la “non obbligatorietà” di ascoltare il comitato in commissione e la rigidità dei tempi di votazione, dove un lavoro durato 1 anno è stato “liquidato” con 30′ minuti di commissione ed un voto di 10′ minuti in Consiglio Comunale, dove noi ci aspettavamo mesi di discussione approfondita sui vari punti ed un lavoro fianco a fianco con la commissione, come succede in tante altre città (più) democratiche della nostra.

Che fare adesso? Noi di sicuro non molleremo e questo che abbiamo fatto è stato solo il primo passo di una lunga lotta che ci impegnerà nei prossimi anni. Durante l’estate penseremo alle prossime mosse da fare, ci rivediamo a Settembre, rimanete in ascolto!

Qui di seguito un breve riassunto di quanto abbiamo fatto nell’ultimo anno:

  1. tra Giugno e Settembre 2012 abbiamo lavorato al testo, aiutati in questo dal segretario comunale riguardo la forma del modulo raccolta firme
  2. tra Ottobre e Dicembre vari banchetti al mercato per distribuire volantini e raccogliere le firme per le 2 iniziative: la proposta di delibera e la richiesta di convocazione dell’assemblea pubblica
  3. a Gennaio abbiamo depositato le firme per l’assemblea, mentre quelle della proposta di delibera a Febbraio, ad un 1 mese di distanza l’una dall’altra.
  4. il 15 Aprile c’è stata l’assemblea pubblica, dove abbiamo tenuto una conferenza di 30′ minuti con esempi di pratiche partecipative da tutto il mondo.
  5. il 28 Maggio siamo stati ascoltati per 10′ minuti in commissione, e potete vedere il video qui:
    http://youtu.be/EG7DQ6LmlEM
  6. il 30 Maggio è stata votata (e bocciata) dal Consiglio Comunale.
Pubblicato in comunicati stampa | Contrassegnato , | 2 commenti

La proposta “Più Democrazia Jesolo” arriva in commissione

Il comitato Più Democrazia Jesolo è lieto di annunciare alla popolazione che la nostra proposta di delibera popolare verrà finalmente discussa in commissione, come da regolamento sulla partecipazione popolare. Abbiamo fatto anche richiesta Il Presidente della commissione ci ha convocato per poter illustrare i punti qualificanti della nostra proposta tramite il nostro portavoce. Per l’occasione abbiamo protocollato la notifica che registreremo la seduta della commissione con un video, da mettere online a disposizione di tutti i cittadini.

Siete tutti invitati a partecipare alla seduta della I Commissione Consiliare convocata per il giorno martedì 28 maggio 2013 alle ore 18 presso la Sala Giunta del palazzo municipale, per l’esame del seguente argomento:

  • Regolamento comunale sulla partecipazione popolare: approvazione previa revoca delle delibere di consiglio comunale n. 43 e 44 del 15 maggio 2008.

commissione prog0

Pubblicato in comunicati stampa, eventi | 1 commento

Resoconto assemblea: Il Sindaco di Jesolo appoggia Quorum Zero!

FLYER piu democrazia jesolo fronte A5Sicuramente è la notizia più eclatante della serata: durante l’assemblea pubblica “come avere più democrazia“, a precisa domanda del pubblico il Sindaco Valerio Zoggia ha dichiarato, a titolo personale, di essere a favore del “quorum zero” per i referendum! Dopo che anche il Sindaco Orazio di Cavallino-Treporti aveva espresso la stessa intenzione di toglierlo,  sembra proprio che per il nostro Litorale stia per iniziare una nuova fase di democrazia e partecipazione.

L’assemblea è stata proficua, erano presenti per la giunta Zoggia e Rugolotto, poi Carli, il segretario Pucci, i consiglieri De Zotti, Bison, Mengo, Buscato, Perazzolo e circa 60/70 persone di pubblico attento ed entusiasta.

Dopo la presentazione degli strumenti esistenti da parte del segretario, il nostro comitato ha portato una serie di slide con esempi dall’Italia e dall’estero di pratiche partecipative e di democrazia diretta (qui le slide della serata). Alla fine della serata c’è stato spazio per le domande del pubblico e per gli interventi dei consiglieri, che si sono dichiarati tutti disponibili ad aumentare la democrazia nel Comune.

Adesso il prossimo appuntamento è in commissione dove finalmente si inizierà a discutere nel dettaglio la nostra proposta, da ampliare con la parte riguardante il bilancio partecipato e le assemblee deliberative (qui l’esempio di Grottammare in .pdf che spiega bene come funziona). A breve metteremo il video della serata online, rimanete in ascolto!

Pubblicato in comunicati stampa, eventi | Contrassegnato | Lascia un commento

Assemblea a Jesolo: come avere più democrazia

Jesolo-StemmaLunedì 15 Aprile la cittadinanza è invitata a partecipare all’assemblea pubblica “Come Avere Più Democrazia“, organizzata dal Comune di Jesolo su nostra richiesta. E’ una tappa del percorso che stiamo facendo per aumentare la qualità della democrazia nel nostro Comune, questo utilizzando gli strumenti messi a disposizione dal regolamento sulla partecipazione popolare (pdf).

Come ci insegna la storia della Democrazia Diretta, il primo passo consiste sempre nel portare l’informazione alla popolazione su cosa sono e come funzionano questi strumenti, per rendere i cittadini più consapevoli dei propri diritti. Il secondo passo consiste nel sollecitare l’attenzione dei politici sulla questione, cosa che noi abbiamo già fatto depositando quasi 200 firme con una proposta per un nuovo regolamento sui referendum e sulla partecipazione popolare, che sarà votata in Consiglio Comunale entro pochi mesi.

piudemocrazia jesoloNel nostro intervento porteremo i migliore esempi di pratiche partecipative ed i punti qualificanti della nostra bozza, per dimostrare e convincere i cittadini ad assumersi maggiori responsabilità nella gestione della cosa pubblica, attraverso vecchi e nuovi strumenti di democrazia diretta. L’obiettivo è avere referendum deliberativi su tutte le materie senza quorum, istituzionalizzare l’informazione referendaria e facilitare le assemblee, tutto il procedimento di raccolta firme, la stesura delle proposte e rendere piu’ moderno il rapporto tra Comune e cittadini.

Ringraziamo Giunta, Segretario Generale, consiglieri ed il personale degli uffici per la disponibilità dimostrata.

PROGRAMMA

20:30 Presentazione degli strumenti di democrazia diretta e partecipativa di Jesolo
Relatore: Francesco Pucci, Segretario Generale del Comune

20:45 Esempi reali e di successo di pratiche partecipative e democratiche
Relatore: Comitato Più Democrazia Jesolo

21:15 Dibattito pubblico: 3′ minuti a domanda/risposta
Moderatore: Alberto Carli, Presidente del Consiglio Comunale

L’andamento e le conclusioni dell’assemblea saranno raccolti in apposito verbale.
Diretta streaming sul canale video del Comune

FLYER piu democrazia jesolo fronte A5

Pubblicato in comunicati stampa, eventi | Contrassegnato | Lascia un commento